27 Febbraio, 2019

Capillaroscopia: l’esame non invasivo dei capillari cutanei per studiare le patologie reumatiche

La capillaroscopia è un esame che valuta la circolazione sanguigna a livello del letto ungueale: si valutano cioè le anse capillari presenti alla base dell’unghia.

 

Cos’è la Capillaroscopia e a cosa serve

figura 1

Durante la stagione invernale è molto frequente che le dita di mani e piedi soffrano eccessivamente il freddo. Può capitare che l’esposizione alle basse temperature scateni una dolorosa reazione di vasocostrizione a livello delle dita, tanto potente da determinare il cambiamento di colorazione dei polpastrelli dapprima bianchi, poi bluastri ed infine rossi intensi (vedi figura 1). Sono queste te fasi progressive dell’ischemia digitate: [‘arresto delta perfusione sanguigna, dovuto ad alterazioni funzionali del microcircolo.

Esiste oggi una tecnica scientificamente validata e standardizzata che permette, in ambito ambulatoriale, di studiare differenti malattie autoimmuni del tessuto connettivo attraverso l’osservazione della microcircotazione cutanea.

Si tratta della capittaroscopia, una metodica non-invasiva e di rapida esecuzione fondamentale nella diagnosi precoce di sclerodermia, una patologia autoimmune multi-organo, caratterizzata proprio da alterazioni microvascolari e da fibrosi tessutale.

Questa tecnica permette, infatti, di riconoscere le alterazioni morfo/funzionali delta microcircolazione associabili

all’insorgenza del fenomeno di Raynaud, appunto il disturbo microvascolare che si correla con un’eccessiva sensibilità delle dita al freddo. Il fenomeno di Raynaud esiste come malattia del microcircolo ad eziologia principalmente funzionale, idiopatica ed autolimitantesi (Malattia di Raynaud) o può, in una ridotta percentuale di pazienti, costituire uno dei sintomi di esordio di una malattia autoimmune del tessuto connettivo, dove lo stesso disturbo è causato da alterazioni immunitarie vascolari.

La capittaroscopia ha quindi la funzione di un test di screening di primo livello nell’identificare un fenomeno di Raynaud con caratteristiche evolutive in senso patologico, ed essere il punto di partenza per approfondimenti diagnostici tesi ad accertare o escludere la presenza di una malattia autoimmune sistemica.

Le patologie reumatiche autoimmuni condividono, seppur in forma e misura distinta, un danno funzionale atta rete capillare. Ogni disturbo di questo delicato sistema, indispensabile per la distribuzione di nutrienti e ossigeno ai tessuti, può risultare in scompensi fisiologici che spesso conducono a gravi patologie croniche con importanti ripercussioni sulla funzionalità degli organi e la qualità di vita del paziente.

Praticamente, l’esame capillaroscopico consiste nell’osservazione diretta dei capillari, che può essere effettuata tramite distinti dispositivi di microscopia. Lo strumento di ultima generazione è il Videocapillaroscopio, una videosonda microscopica connessa ad un computer che permette di registrare immagini cliniche digitali dei capillari. L’esame prevede una fase di acclimatazione termica, necessaria alla regolarizzazione del flusso ematico, seguita dalla scelta del punto anatomico più adatto per la visualizzazione microscopica detta rete capillare, generalmente il letto ungueale.

 

L’ESAME presso lo Studio Medico “De Michieli” a Lecco, LC:

Praticamente, l’esame capillaroscopico consiste nell’osservazione diretta dei capillari, che può essere effettuata tramite distinti dispositivi di microscopia.

Lo strumento di ultima generazione è il Videocapillaroscopio, una videosonda microscopica connessa ad un computer che permette di registrare immagini cliniche digitali dei capillari.
L’esame prevede una fase di acclimatazione termica, necessaria alla regolarizzazione del flusso ematico, seguita dalla scelta del punto anatomico più adatto per la visualizzazione microscopica detta rete capillare, generalmente il letto ungueale.

L’esame e l’eventuale cattura di immagini clinicamente significative avvengono con il paziente comodamente seduto e richiede un tempo non superiore ai dieci minuti.

 

 



I nostri specialisti

Contatta lo studio medico De Micheli per maggiori informazioni e per prenotare un appuntamento:

phone-receiver    0341.286722

Orari di contatto:
Dalle 9 alle 12.30
Dalle 14 alle 19.30

close-envelope   studiomedico.cavour50b@gmail.com


placeholder Dove siamo